lunedì 23 aprile 2018

Incontro AUSED “Il paradigma dello Smart Working: come orientarsi verso un nuovo modello di organizzazione del lavoro”

Il quarto appuntamento con i “First Thursday” del 2018 propone un incontro sul design thinking
Nell’ambito degli incontri chiamati “First Thursday”, nei quali ogni primo giovedì del mese l’AUSED propone un tema di confronto tra CIO, sistema dell’offerta e mondo della ricerca, il prossimo 3 maggio è previsto l’incontro dal titolo  Il paradigma dello Smart Working: come orientarsi verso un nuovo modello di organizzazione del lavoro “.
L’iniziativa si svolgerà giovedì 3 maggio a partire dalle ore 18,00 a Milano in via Copernico 38 (sala 637 – 6° Piano), zona Stazione Centrale/Sondrio.
Smart Working significa restituire alle persone flessibilità e autonomia nella scelta di spazi, orari e strumenti di lavoro da utilizzare a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati. Il che significa agire su diversi driver con un approccio multidisciplinare che consenta di spaziare dalla ridefinizione degli spazi di lavoro, alla gestione più flessibile ed intelligente degli orari, usando le tecnologie per rendere la collaborazione più veloce ed economica e, soprattutto, cambiando il modo in cui capi e collaboratori condividono e perseguono obiettivi di miglioramento della produttività e del benessere organizzativo.
L’incontro si pone gli obiettivi di fornire uno scenario di riferimento sul tema dello Smart Working in termini di significato, framework di riferimento e casi benchmark e di attivare confronto e discussione tra i partecipanti
Relatore: Laura Fasolo | Senior Consultant | Partners4Innovation
Moderatore: Alessandro Caleffi | ICT Director | Guna SpA |

Aperitivo gentilmente offerto da AUSED
Per iscrizioni: https://goo.gl/mqX82P

N.B. Per un confronto produttivo il numero massimo degli ammessi è di 20 con priorità per i CIO Soci AUSED

mercoledì 4 aprile 2018

Presente, futuro e innovazione delle tecnologie Dynamics


#003366_DUGIT_var-dritt-blu2-72dpi-2cmAUSED presenta il primo evento DUGIT del 2018 che si svolgerà il prossimo 19 aprile presso la Microsoft House di Milano
Il prossimo 19 aprile, l’AUSED propone un evento del DUGIT, il primo User Group italiano dedicato alle tecnologie Microsoft Dynamics, un punto di riferimento per tutti i CIO utilizzatori di AX, CRM e NAV.
Il DUGIT, in questo suo primo evento del 2018, propone l’incontro dal titolo “Presente, futuro e innovazione delle tecnologie Dynamics”.
L’iniziativa si svolgerà dalle ore 15,45 di giovedì 19 aprile 2018 presso la Microsoft House – Open Hub – di via Pasubio 21 a Milano.
E’ possibile iscriversi da questo link: https://goo.gl/Zi8Esi
Questo il programma dell’incontro:
 – Apertura (Aused)
– Benvenuto (Microsoft)
– Migrazione al cloud Dynamics (Claudio Valtorta – MHT)
– MDA per Professional (Severino Meregalli – SDA Bocconi)
– Valorizzare la reportistica Dynamics con PowerBI (Massimo Raggi – Cegeka)
 – Monitoraggio intelligente ed in tempo reale grazie all’Intelligenza Artificiale (Marco Englaro; Fabio Paracchini – Alterna)
– Chiusura Lavori (Aused)
 – Al termine Aperitivo (18:30)

____________________________________________________________________________
L’AUSED, è una Associazione tra Utenti di Sistemi e Tecnologie dell’Informazione, indipendente e senza scopi di lucro, nata nel 1976; raccoglie circa duecento aziende operanti nei settori: industriale, manifatturiero, dei servizi, nonché alcuni enti pubblici. Dal 1996 accetta tra i propri Associati anche persone fisiche che, per formazione o per esperienza aziendale, siano interessate agli scopi ed alle attività dell’ Associazione. Dal 2000 l’AUSED accetta tra i proprio Associati anche aziende che operano nel settore dell’I.C.T., qualificandole dal 2005 come Soci Sostenitori. Le Persone fisiche ed i Soci Sostenitori non possono rappresentare più di un terzo dei Soci totali. L’AUSED non ha condizionamenti di tipo politico, non ha sponsorizzazioni di fornitori e “vive” della sola quota associativa. L’attività dell’AUSED si realizza con l’organizzazione di incontri, seminari, corsi, gruppi di studio, indagini ecc., che sono caratterizzati, oltre che da elevata professionalità, da estrema concretezza, in quanto costantemente tesi alla risoluzione dei problemi di scelta, sviluppo e gestione dei Sistemi Informativi delle aziende.
Per maggiori informazioni: http://www.aused.org

martedì 27 marzo 2018

Sittam adotta l’iperconvergenza di Npo Sistemi

Sittam ha migrato la propria infrastruttura tecnologica optando per l’approccio proposto da Npo Sistemi che ha puntato su un ambiente virtualizzato completo e chiavi in mano
Filippo_Rovatis-CSNpo Sistemi ha recentemente effettuato un importante upgrade tecnologico presso Sittam, da oltre cinquant’anni leader nel mercato del trasporto groupageinternazionale terra, mare, aereo per qualità di servizi, per quote di mercato, per volumi e per redditività. Presente in Italia in tutte le realtà industriali, con 19 unità operative e commerciali tutte collegate telematicamente alla sede di Cornaredo, Sittam vanta un moderno impianto su una superficie di 52.000 metri quadrati. Questo impianto di groupage è considerato uno dei maggiori in funzione in Europa.
“Sittam – ha illustrato Stefano Lombardi, direttore marketing diNpo Sistemi – ha apprezzato fin da subito la nostra proposizione in ottica di iperconvergenza rispetto alle soluzioni più tradizionali. La nuova infrastruttura IT di Sittam, infatti, è ora incentrata su una architettura hardware/software in cui convergono risorse di memorizzazione, di networking, di calcolo e di virtualizzazione. Il tutto reso disponibile su una piattaforma hardware HPE e licenze VMware”.
“Siamo particolarmente soddisfatti della nostra scelta verso la proposta consigliata da Npo Sistemi – ha commentato Filippo Rovaris, Direttore IT di Sittam (nella foto). – Abbiamo deciso di optare per questa tipologia di infrastruttura IT con architettura software-centrica apprezzando i molti vantaggi immediati, rispetto all’infrastruttura tecnologica che utilizzavamo in precedenza. Per esempio, oltre ad aver riscontrato migliorie in termini qualitativi e di semplificazione della rete, per noi la facilità di gestione è risultata essere uno dei vantaggi più rilevanti. Abbiamo inoltre a disposizione, rispetto al passato, una suite di strumenti che ci permette di ottenere molte più informazioni per analizzare il contesto anche in termini evolutivi”.
“Siamo intervenuti in Sittam – ha concluso infine Lombardi – per modernizzare la loro precedente infrastruttura di tipo classico, e l’abbiamo fatto limitando al minimo la complessità per il Cliente. Le funzionalità integrate nella tecnologia dell’infrastruttura iperconvergente sono entrate a far parte della quotidianità di Sittam assolvendo al meglio il loro compito.”
Per maggiori dettagli scrivere a: info_marketing@nposistemi.it

_____________________________________________________________________
Sittam (www.sittam.it)
Con un focus storico nei collegamenti fra l’Italia e il territorio mitteleuropeo, SITTAM è oggi leader nel settore del groupage internazionale. La longeva esperienza nel settore e la professionalità di SITTAM permettono di offrire un servizio di qualità a tutte le aziende italiane che hanno l’esigenza di spostare merce nei mercati internazionali. SITTAM, attraverso i canali GROUND, AIR e OCEAN, e una rete di oltre 150 Corrispondenti, offre ai propri Clienti una copertura pressoché globale delle destinazioni raggiunte.
_____________________________________________________________________
Npo Sistemi (www.nposistemi.it)
Idee, Tecnologie e Competenze ICT al servizio delle imprese. Ci occupiamo di Software & Data Solutions, Managed IT Services e Technology & Integration. Da più trent’anni garantiamo il pieno supporto dei processi di business con costi di gestione ottimizzati per permettere alle aziende di anticipare i cambiamenti del mercato. Supportiamo il Cliente nella gestione di un’infrastruttura tecnologica sicura, affidabile e performante.
____________________________________________________________________

lunedì 26 marzo 2018

Incontro AUSED “Design Thinking: progettare pensando e pensare progettando”

Il terzo appuntamento con i “First Thursday” del 2018 propone un incontro sul design thinking
Nell’ambito degli incontri chiamati “First Thursday”, nei quali ogni primo giovedì del mese l’AUSED propone un tema di confronto tra CIO, sistema dell’offerta e mondo della ricerca, il prossimo 5 aprile è previsto l’incontro dal titolo “Design Thinking: progettare pensando e pensare progettando”.
L’iniziativa si svolgerà giovedì 5 aprile a partire dalle ore 18,00 a Milano in via Copernico 38 (sala 637 – 6° Piano), zona Stazione Centrale/Sondrio.
Il design thinking è a rischio inflazione come l’innovazione! AUSED coglie l’occasione per approfondire e per contestualizzare i concetti fondanti dell’approccio Design Thinking come strumento utile per le aziende nell’attivare processi di progettazione e di realizzazione di prodotti, soluzioni, servizi e interfacce.
Il Design Thinking è una modalità di lavoro centrata sulle esigenze e sui bisogni espliciti o latenti dell’utilizzatore di un determinato prodotto o servizio o degli attori dell’ecosistema aziendale coinvolti in specifici processi. Facendo propria la forma mentis del designer in un percorso di iterazioni di analisi, test, raccolta di feedback e nuovi test, questo approccio è in grado di sviluppare proposte innovative caratterizzate da alta rilevanza per l’utente, alto grado di accettazione, riduzione del costo dell’errore e minimizzazione degli investimenti in fase di sviluppo. Partendo dalla teoria verranno affrontati gli elementi base della metodologia arricchendo il percorso con esempi operativi e di applicazione nelle differenti aree aziendali. Evidenziandone i vantaggi e le peculiarità di un suo utilizzo in area IT, Tecnologia e sviluppo di sistemi.
Agenda
– Il design thinking metodo di lavoro
– Il parametro della progettazione user centered
– La tecnologia user centered
Relatore: Ivan Ortenzi | Chief Innovation Evangelist | Bip |
Moderatore: Alessandro Caleffi | ICT Director | Guna SpA
Aperitivo gentilmente offerto da: Bip
Per iscrizioni: https://goo.gl/3tM3M6

N.B. Per un confronto produttivo il numero massimo degli ammessi è di 20 con priorità per i CIO Soci AUSED

lunedì 19 marzo 2018

Da Consoft Sistemi una APP per la Compliance GDPR

Sfruttando le proprie competenze in ambito “Risk & Compliance” Consoft Sistemi, partner Splunk da un decennio, ha sviluppato la “APP Splunk per la Compliance GDPR”
Marco_ScalaCom’è ormai ben risaputo, è tempo per le aziende di allinearsi al GDPR. Le organizzazioni dovranno essere a brevissimo più proattive e possedere una predisposizione alla privacy che tenga conto del livello di rischio.
In quest’ambito Consoft Sistemi, partner Splunk dal 2008, sfruttando le proprie competenze in ambito “Risk & Compliance” ha sviluppato la “APP Splunk per la Compliance GDPR”.
Splunk (www.splunk.com) è lo strumento leader di mercato per la gestione dei “Machine Data”, ovvero di tutte quelle le informazioni generate dai sistemi, server, apparati, e applicazioni tipicamente sotto forma di logfile. Su questa piattaforma è stata realizzata da Consoft Sistemi una apposita APP in grado di soddisfare i seguenti requisiti:
  • Monitoraggio completo dell’accesso ai sistemi a perimetro: server, DB, folder documenti;
  • Inalterabilità dei dati raccolti e verifica integrità;
  • Integrazione con le informazioni provenienti dal Registro dei Trattamenti;
  • Possibilità di correlare le informazioni di accesso con il Registro dei Trattamenti;
  • Gestione avanzata dei log per avere completa visibilità in caso di violazione;
  • Reportistica flessibile e personalizzabile dedicata alla Compliance.
Riepilogo Incidenti
“Siamo partner Splunk dal 2008 – ha illustrato Marco Scala, Product Manager Splunk di Consoft Sistemi – e lavoriamo da anni in ambito Compliance e Sicurezza con un apposito gruppo dedicato. Supportiamo i nostri clienti nel processo di implementazione di un completo ed efficace sistema di verifica della Compliance GDPR con un team di Consulenti esperti e qualificati sia dal punto di vista normativo che tecnologico”.
L’APP di Consoft Sistemi è in grado di operare la verifica della Compliance Statica, la verifica della Compliance Dinamica e la gestione Incidenti di Compliance.
“Nel primo caso – ha spiegato Scala – la nostra APP Splunk per la Compliance GDPR verifica la corrispondenza tra le Policy definite in fase di Risk Analysis con quanto effettivamente implementato sui Domain Controller aziendali e segnala eventuali difformità ed anomalie. Nel secondo caso, Splunk permette di monitorare tutti gli accessi effettuati ai sistemi all’interno del “perimetro GDPR”, raccogliendo, quando possibile, informazioni sull’utente utilizzato, la sorgente dell’accesso, l’oggetto dell’attività e la tipologia di attività svolta. Le attività svolte su un sistema “a perimetro GDPR” vengono quindi confrontate con quanto definito nel Registro dei Trattamenti per verificare se l’attività registrata è lecita e consentita dal Registro, oppure se si tratta di un’attività non autorizzata, ovvero effettuata con un account che non è autorizzato a svolgere tale attività. Infine, per quanto riguarda la gestione Incidenti di Compliance la nostra APP permette anche di gestire analisi, remediation e chiusura di questi incidenti attraverso uno strumento di Workflow integrato. La segnalazione può anche essere inoltrata ad uno strumento di ticketing esterno, oltre a consentire l’invio di una segnalazione al responsabile del trattamento impattato o ad un gruppo di audit”.
Per maggiori informazioni sulla APP Splunk per la Compliance GDPR di Consoft Sistemi scrivere a: info@gruppoconsoft.com