giovedì 11 maggio 2017

Consoft Sistemi punta sulla sicurezza dei dati e consolida l’affidabilità dei suoi servizi con la certificazione ISO 27001

Outsourcing di sistemi in massima sicurezza e riservatezza a tutela dell’integrità, della riservatezza e della disponibilità dei dati
Dario-Galli-lowConsoft Sistemi (www.consoft.it), azienda italiana specializzata nella progettazione e sviluppo di soluzioni basate su tecnologie innovative e nuovi canali di comunicazione e di sevizi gestiti di Application, System e Network Management, presente sul mercato ICT dal 1986 con sedi a Torino, Milano, Genova, Roma e Tunisi, ha recentemente ottenuto la certificazione ISO 27001 consolidando la propria affidabilità nei servizi e nella sicurezza dei dati.
“Quando un cliente si affida a un partner perché gestisca in outsourcing i propri sistemi – ha osservato Cristina Bonino, presidente di Consoft Sistemi – vuole essere sicuro che i suoi dati siano trattati con la massima sicurezza e riservatezza. La mission aziendale, ‘Diventare partner dei nostri clienti’, non indica solo l’obiettivo di aiutarli a raggiungere i loro obiettivi di business e/o istituzionali, significa anche fornire servizi che tutelino l’integrità, la riservatezza e la disponibilità dei dati”.
La crescente vulnerabilità dei sistemi informatici nei confronti di hacker o cracker, resa possibile dall’utilizzo di un sempre maggior numero di dispositivi informatici non può essere gestita solo con misure tecnologiche senza il supporto di adeguate policy, procedure, prassi organizzative e operative. “L’adozione di un Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (SGSI) – ha chiarito Dario Galli, amministratore delegato e responsabile della compliance della società – permette di prevenire e ridurre le vulnerabilità e gli impatti delle possibili minacce di accesso non autorizzato o di perdita dei dati trattati”.
Gli investimenti in materia di sicurezza rispondono quindi a un preciso obiettivo strategico che si trasforma in valore aggiunto per i clienti Consoft Sistemi, senza costi aggiuntivi. “Siamo orgogliosi – ha aggiunto Galli – di essere una delle prime aziende della nostra dimensione, nel nostro settore ad aver ottenuto la certificazione ISO 27001”.
ISO/IEC 27001 è una norma internazionale soggetta a verifica che permette di gestire in modo uniforme la sicurezza delle informazioni, della privacy e la disciplina della responsabilità amministrativa, oltre a essere un ottimo punto di partenza per prepararsi all’entrata in vigore nel maggio 2018 del nuovo Regolamento Europeo sulla Privacy.
“È stato facile per noi affrontare il processo di certificazione – ha concluso Galli. – Consoft Sistemi è oggi in grado di proporre figure professionali certificate ISO 27001 abili nel guidare un cliente in tale percorso, fornendo strumenti leader di mercato”.

mercoledì 10 maggio 2017

GUPS: SAP e I4.0: Promessi Sposi?

Evento della Associazione GUPS giovedì 25 maggio 2017 dalle 14:00 presso la Sala Teatro Centro Copernico a Milano.
gupsscritta-tras241x80Il GUPS (Gruppo Utenti e Prospect SAP) è attivo in Italia da oltre 40 anni attraverso l’AUSED: dal 2015 è l’unica community di Utenti e Prospect (User Group) ad essere riconosciuta ufficialmente da SAP in Italia.
Dal 2017 GUPS è diventata Associazione autonoma ed è stata ammessa nel SUGEN, che raccoglie più di 20 User Group di varie nazioni e rappresenta ufficialmente in SAP la platea mondiale dei propri clienti.
Entrare a far parte del GUPS vuol dire far parte del più rilevante Gruppo in grado di influenzare ed interagire con SAP attraverso una linea diretta nazionale ed internazionale; consente inoltre di condividere i benefici di un Network e di una Community attiva, collaborativa, che partecipa ed organizza sessioni ed eventi di approfondimento.
GUPS doveva occuparsi anche di Industry 4.0, dato che sta portando l’ingresso radicale delle tecnologie digitali entro i processi produttivi, nelle fabbriche e nei macchinari. Il GUPS sta affrontando il tema con sessioni on-line preparatorie (vedi sito http://www.gups.it) e con un prossimo Evento che affronterà il tema in maniera ampia ed autorevole, grazie ai contributi di SAP, di partner di progetto, del mondo accademico ed alle esperienze degli User Group nazionali ed internazionali.
Un Evento a cui non mancare, per interpretare la rivoluzione industriale in atto e definire una roadmap di trasformazione digitale chiara e personalizzata.
L’appuntamento è per giovedì 25 maggio 2017 dalle ore 14:00 presso il Centro Copernico Centrale – Sala Teatro di via Copernico, 38 – 20125 Milano.
Agenda
14:00 Welcome coffee e registrazione dei partecipanti
14:30 Introduzione AUSED-GUPS – GUPS membro del SUGEN (Gianmaria PERANCIN, Presidente SUGEN – Giuseppe MARCONI, Presidente GUPS)
15:00 “Industry 4.0: chi era costui ?” : rilettura pratica ed aziendale della quarta rivoluzione (Andrea PROVINI Presidente AUSED / Bracco Imaging)
15:30 “Quel ramo di SAP…”: la vision di SAP su I4.0 e la nuova suite Leonardo (Dario REGAZZONI, SAP)
16:00 “Addio monti…”: come partire ed affrontare progetti di Industry 4.0 con SAP (Luciano FESANI, SPONSOR SIDI)
16:45 “A noi poverelli le matasse paion più imbrogliate, perché non sappiam trovarne il bandolo”: architetture ed infrastrutture abilitanti: le esperienze di Suse (Carlo BAFFE, SPONSOR SUSE)
17:30 “All’uomo impicciato, quasi ogni cosa è un nuovo impiccio!”: quali competenze per il 4.0 (Aurelio RAVARINI – LIUC)
18:00 “Beneficio dell’amicizia è sapere a chi confidare un segreto”: il punto di vista e le esperienze dello User Group (Nicola DI PAOLA, TROCELLEN)
18:30 Aperitivo e networking
Le iscrizioni all’evento (del tutto gratuito) si effettuano sul sito GUPS a questo link: http://bit.ly/2qI54yr
Per ulteriori informazioni contattare la Segreteria del GUPS: gups@gups.it

mercoledì 3 maggio 2017

Ecco l’innovativa Value Proposition di Consoft Sistemi


Caludio_Saluta-new-webConsoft Sistemi (www.consoft.it) azienda italiana presente sul mercato ICT dal 1986 con sedi a Torino, Milano, Genova, Roma e Tunisi, ha recentemente presentato alla stampa la propria innovativa “Value Proposition” che si basa su nove Best Practice.
“Abbiamo focalizzato la nostra offerta – ha esordito Claudio Saluta, Direttore Commerciale di Consoft Sistemi – usando un particolare occhio di riguardo verso le aree tematiche in cui siamo in grado di realizzare soluzioni ‘end to end’ per i nostri Clienti attraverso attività di consulenza, formazione, realizzazione di soluzioni integrate ed erogazione di servizi in insourcing/outsourcing”.
Questa serie di servizi e soluzioni passa attraverso la strutturazione di nove Best Practice. Prima tra queste l’area DevOps. “Per assicurare la Continuous Delivery attraverso il miglioramento e l’ottimizzazione di processi ripetibili di Lifecycle e Deploy offriamo il nostro approccio metodologico di gestione del ciclo del software agendo sulla comunicazione e collaborazione tra gli sviluppatori e gli operatori IT. Adottiamo, tra gli altri, l’approccio metodologico Agile per la gestione dei progetti e proponiamo soluzioni leader a livello internazionale”.
La seconda Best Practice è relativa al Testing che si occupa di gestire la Continuous Delivery attraverso la Continuous Integration, che prevede un approccio strutturato ed automatizzato ai test funzionali di non regressione e di integrazione.
“Nella economia delle applicazioni – ha poi illustrato Saluta – le API sono essenziali per concretizzare rapidamente le idee e approfittare delle nuove opportunità di business. Ecco perché abbiamo dato vita anche alla Best Practice API Management, in modo da supportare i nostri clienti nella digital transformation con competenze, servizi e soluzioni software di livello internazionale”.
In questo scenario d’offerta non poteva mancare un’area dedicata agli Analitycs e ai Big Data: dall’offerta di soluzioni verticali di settore, ai servizi di assessment e di gestione applicativa, dal disegno del modello logico alla scelta della soluzione tecnologica. Ma anche una proposta in grado di valorizzare il potenziale dei dati (machine learning, profiling, collaborative filtering).
Altra Best Practice rilevante quella sul Web Digital Content & Document Management: “Ci occupiamo di questi temi utilizzando soluzioni software e framework leaders di mercato sia proprietari che open source. La nostra competenza spazia dal BPM/Organizzazione all’acquisizione, dematerializzazione, archiviazione, condivisione e conservazione dei documenti, in ambienti che garantiscano condivisione e collaborazione”.
Consoft Sistemi abbina poi competenze metodologiche e consulenziali certificate con la fornitura di servizi gestiti e soluzioni software di vendor internazionali per supportare i clienti nelle attività di pianificazione, innovazione, progettazione, implementazione, gestione e controllo delle infrastrutture IT. L’adozione di framework e standard quali ITIL e ISO 27001 permette rapidi ed efficaci cambiamenti dell’infrastruttura aziendale limitando l’impatto sugli utenti. Le aree principali di intervento su cui opera Consoft Sistemi sono: System & Networking Management, Application Performance Management, Application Monitoring. Questa attività rientra nella Best Practice IT Service Management.
Ulteriore area presidiata è quella della Cyber Security: “Supportiamo i nostri clienti nel raggiungere e conservare la compliance ai principali standard (ISO27001) e normative (SOX, PCI, EU Data Privacy, L. 231, CAD) attraverso l’adozione delle best practice riconosciute a livello internazionale, sia per la sicurezza infrastrutturale che per quella applicativa. Applichiamo tecniche avanzate di penetration testing, vulnerability assessment, code review e social engineering per migliorare la sicurezza di sistemi e processi”.
In questa “value proposition” non manca neppure il tema dell’Internet of Things. “Nell’ambito della Smart Factory collaboriamo con i nostri clienti nell’individuare e implementare le tecnologie abilitanti legate ai sistemi di fabbricazione avanzati (Advanced Manufacturing Systems) e nell’ integrare soluzioni ICT nella produzione industrial. Offriamo supporto nel rinnovare modelli analitici applicati alle macchine e ai processi, che consentano in modo ‘innovativo’ di individuare nuovi servizi quali, ad esempio, quelli legati ai temi della manutenzione predittiva di fabbrica”.
Ultima, ma non certo per importanza, la Best Practice di Consoft Sistemi dedicata alle Telco. “Supportiamo le Aziende del settore TLC – ha concluso Saluta – nella realizzazione di servizi innovativi a valore aggiunto, nella progettazione di reti, nella gestione delle architetture di nuova generazione, nella realizzazione di applicazioni verticali, nella qualificazione di apparati e di piattaforme, nella progettazione di soluzioni in ambito digitale terrestre e satellitare”.
Legata al tema delle Telco va segnalata anche la Telco Academy di Consoft Sistemi che eroga formazione tecnica su apparati di rete fissa e mobile, creando percorsi di formazione su tecnologie innovative a livello di sistema, partendo dalle specifiche o a livello di apparati, dall’installazione al troubleshooting. Forniamo servizi di pre-assessment, audit delle reti, creazione ed erogazione di percorsi di formazione (teorici, pratici, on the job trainings) e post-assessment. L’azienda collabora a livello mondiale con i principali operatori e fornitori di reti TLC.
Accanto alla capogruppo Consoft Sistemi, sono attive altre 4 società: CS InIT, specializzata nello scouting e distribuzione di soluzioni software, Consoft Consulting focalizzata sulla PA, Consoft Sistemi MEA e C&A Soft Consulting per espandere l’offerta della capogruppo nel mercato nord-africano e medio-orientale.
Con una proposizione così completa e strutturata Consoft Sistemi si pone sempre di più ai vertici delle società ICT in grado di soddisfare, con soluzioni ‘end-to-end’, aziende, strutture e mercati di ogni tipo e dimensione.

martedì 2 maggio 2017

QINTESI inaugura l’HANA Q-Innovation Lab

Per consolidare ulteriormente il proprio vantaggio competitivo focalizzato sulle soluzioni SAP HANA, Qintesi mette a disposizione un laboratorio innovativo per toccare con mano la propria “value-proposition”
pelella-web3Qintesi S.p.A. (www.qintesi.com), realtà italiana specializzata nella consulenza direzionale ed IT, oltre a proseguire il suo trend di crescita che l’ha portata a raggiungere attualmente un organico di 180 dipendenti, ha recentemente inaugurato l’HANA Q-Innovation Lab. Si tratta di uno spazio dedicato alla presentazione, esplorazione e prototipazione di tutte le soluzioni SAP basate su HANA relative alla “value-proposition” di Qintesi.
“ll nostro HANA Q-Innovation Lab – ha spiegato il manager di Qintesi Francesco Pelella – è una realtà nella quale la tecnologia entra in contatto con il Business e l’innovazione. Il team che lo gestisce è formato da nostre risorse tutte certificate HANA che vantano sia una pluriennale esperienza in quest’ambito, sia competenze trasversali, fondamentali per poter supportare la nostra innovativa proposizione HANA-based. Muovendoci con ampio anticipo rispetto alla concorrenza abbiamo consolidato sulle soluzioni HANA una notevole conoscenza in grado di garantire alla clientela grande affidabilità e, al contempo, un’approfondita competenza. Il laboratorio è un ulteriore passo avanti in questo senso, poiché permette alla clientela di toccare con mano le soluzioni SAP HANA e rendersi conto dei nostri elevati skill”.
La focalizzazione dell’HANA Q-Innovation Lab, attraverso figure professionali certificate, permette a Qintesi di presidiare le evoluzioni delle release S/4 in modo da supportare al meglio i clienti nella scelta del loro percorso di transizione, ma anche di esplorare con queste nuove release le possibili innovazioni identificandone gli approcci implementativi ottimali. Inoltre, l’HANA Q-Innovation Lab è anche specializzato nella migrazione verso le release S/4 e BW/4 di prodotti e soluzioni Qintesi apprezzati dalla clientela e ben riconosciuti dal mercato.
“I Pillar su cui si concentrano le nostre attività di esplorazione e prototipazione all’interno dell’HANA Q-Innovation Lab – ha proseguito Pelella – sono molteplici e riguardano S/4 HANA, le EPM Embedded Capabilities, l’HANA Platform e il BW/4 HANA. Per supportare adeguatamente l’HANA Q-Innovation Lab nel raggiungimento degli obiettivi strategici che ci siamo prefissati, è stato strutturato un importante piano d’investimento finalizzato all’evoluzione dei nostri sistemi interni. Ogni Pillar può contare su sistemi dedicati sempre aggiornati agli ultimi livelli di Feature Package Stack e/o Support Package Stack, e dunque sempre in linea con le roadmap evolutive di SAP”.
Naturalmente, poiché la Digital Transformation gioca un ruolo fondamentale e le tematiche di trasformazione e innovazione sono parte integrante del processo evolutivo delle aziende, è necessario un costante training. Nel caso specifico dell’HANA Q-Innovation Lab è stato individuato un importante piano di formazione che tiene in considerazione l’adeguamento delle competenze delle risorse di Qintesi su tutte le soluzioni ed i prodotti interessati dai Pillar di esplorazione, nonché il rinnovamento del parco delle certificazioni nell’ottica del conseguimento delle nuove REX. E a proposito delle REX, Pelella ha chiuso il suo intervento ricordando anche che “Qintesi ha già realizzato svariati progetti relativi alla release S/4 HANA”.
In conclusione, l’inaugurazione dell’HANA Q-Innovation Lab risulta essere un ulteriore importante tassello nella proposizione di Qintesi. Mettere a disposizione tutta la propria esperienza acquisita nel tempo e il corrispondente vantaggio competitivo all’interno di uno spazio in grado di offrire approfondimenti e prototipazioni attraverso personale certificato HANA è la dimostrazione di come si possano offrire utili e innovativi servizi alla clientela garantendo al contempo il miglior supporto nel percorso evolutivo in atto. A sostegno di questo forte impegno verso l’innovazione e la trasformazione, Qintesi fa inoltre leva sulla propria qualifica di Gold Partner di SAP.
Per maggiori informazioni sull’HANA Q-Innovation Lab: marketing@qintesi.com

mercoledì 26 aprile 2017

Al First Thursday di maggio AUSED propone il tema “Adottare Agile e Release Automation…”

Quarto appuntamento dell’anno con i “First Thursday” organizzati dall’AUSED presso lo Spazio Copernico di Milano.
f-t-logoTutti i primi giovedì del mese AUSED propone un tema di confronto tra CIO, sistema dell’offerta e mondo della ricerca. Sono incontri informali, senza microfoni, fotografi o scalette predefinite, per condividere esperienze e idee gustando insieme un buon aperitivo nella cornice dello Spazio Copernico.
Tema del First Thursday di maggio, che si svolgerà il 4/5/2017 dalle 18:30 alle 20:30 presso lo Spazio Copernico di Milano: “Adottare Agile e Release Automation per ottenere risparmio ed efficienza nel rilascio del software”.
La Digital Transformation impone che il software non sia più solo uno strumento di ausilio al business ma che, al contrario, su di esso si fondino nuove opportunità per le aziende. Rilasciare correttamente e rapidamente software di qualità diventa quindi un elemento imprescindibile non solo nell’IT, ma anche per realtà un tempo lontane dalla web-economy e, più in generale, da contesti fortemente informatizzati.
Per le aziende diventa dunque fondamentale adottare un ciclo di Continuous Delivery, allo scopo di raggiungere questi obiettivi e migliorarli nel tempo. Implementare tale ciclo richiede nuove e forti competenze per i professionisti dell’IT.
Il Manifesto Agile mette a disposizione degli sviluppatori un approccio incrementale ed efficiente in termini di risposta del team di lavoro alle continue richieste di improvement del software.
Dall’altro lato, la pratica e gli strumenti della Release Automation soccorrono i responsabili di sistema nella fase critica del deployment, durante la quale il 70% dei ritardi risulta causato da errori umani.
L’incontro propone una rapida panoramica su entrambi i contesti, mostrando inoltre come l’apporto della metodologia DevOps contribuisca al raggiungimento della piena cooperazione fra tutti gli attori del ciclo di Continuous Delivery e all’adozione di campagne di test sempre più complete e automatizzate.
Relatore: Marco Casu | Senior Architect | CONSOFT Sistemi
Moderatore: Francesco Ciuccarelli | CIO | Gruppo Inpeco
N.B. Per un confronto produttivo il numero massimo degli ammessi è di 15 con priorità per i CIO Soci AUSED.
Le iscrizioni sono aperte a questo Link: http://bit.ly/2or5MwB oppure contattando la segreteria AUSED scrivendo ad aused@aused.org
Social: #FTAUSED – @ausednews